Fiat Motori 1.9/2.4 JTD Euro 4: Procedura diagnosi anomalie debimetro e valvola EGR

Fiat

Fiat

INCONVENIENTE

Irregolarità di funzionamento / scarsa efficienza del motore con presunta anomalia del debimetro o della valvola EGR.
Per irregolarità di funzionamento si intendono seghettamenti oppure minimo irregolare oppure fumosità particolarmente elevata (versioni senza DPF).

DIAGNOSI DEBIMETRO E VALVOLA EGR

Condizioni di prova
Affinché i risultati della diagnosi siano significativi e validi devono essere rispettate le seguenti condizioni di prova:
-Temperatura ambiente superiore a 18°C (valori letti dal sensore di temperatura aria sul debimetro);
-Altitudine di misura compresa tra livello del mare e 1000m di quota;
-Per la verifica con EGR aperta non devono essere presenti gli errori P0045 – P0069 – P0100 – P0101 – P010F – P0111 – P0235 – P0401 – P0402 – P0403 – P060B – P0651 – P2004 – P2008 – P2009 – P2010 – P2011 – P2012 – P2013 – P2108 – P2112 – P2226 – P2620, in quanto la centralina controllo motore interviene come strategia di recovery sul comando EGR, portando il valore apertura valvola EGR a < 5% (posizione di chiusura) fino a quando non viene svalidato l’errore (da presente ad intermittente).
-Sulle versioni con DPF, deve essere assente l’errore P1206

Procedura di controllo

    1. Collegare lo strumento di diagnosi predisponendolo per la lettura ed il rilievo dei seguenti parametri (a fianco sono indicati i rispettivi campi di misura):
      – Giri motore
      – Massa aria misurata (valori corretti elencati in Tabella 1)
      – Massa aria obiettivo (valore calcolato dalla centralina)
      – Temperatura acqua motore (>= 90°C)
      – Apertura valvola EGR (valori corretti elencati in Tabella 1)
      – Posizione acceleratore (minimo = 0%; max a vuoto = 100%)
      Valori differenti da quelli prescritti (esempio posizione pedale al 5% al minimo) compromettono il risultato della misura
    2. Avviare il motore ed attendere che il valore di temperatura del liquido di raffreddamento motore sia >=90 °C (letti da diagnosi);
    3. A motore in moto, regimato ad una temperatura >=90 °C e senza carichi inseriti (elettroventola raffreddamento, condizionatore, luci ecc.), effettuare il rilievo della massa aria misurata nelle seguenti condizioni:
      -a regime minimo motore, con valvola EGR chiusa (Apertura valvola EGR = <5%)
      -a regime minimo motore, con valvola EGR aperta* (Apertura valvola EGR = 30% ÷ 55%)
      Per ognuna delle 2 condizioni effettuare la registrazione e stampa dei parametri del punto 1.
      (*) Per passare dalla condizione di valvola EGR chiusa a quella di valvola EGR aperta, premere leggermente il pedale acceleratore e rilasciare per ritornare alla condizione di minimo (lo stato di valvola EGR aperta durerà circa 70 secondi dopodiché si ritornerà nella condizione di valvola EGR chiusa se non ci saranno successive pressioni del pedale acceleratore).
    4. Verificare i valori di massa aria rilevati nelle varie condizioni e confrontarli con quelli corretti riportati in Tabella 1, quindi a seconda che essi siano nella tolleranza prevista, oppure superiori o inferiori, eseguire gli interventi prescritti nella Tabella 2.

DIAGNOSI ISTERESI VALVOLA EGR

Dopo aver effettuato i test di cui sopra, in condizioni di temperatura acqua, aria e quota analoghi a quanto descritto precedentemente, acquisendo con lo strumento di diagnosi gli stessi valori, procedere con la diagnosi dell’isteresi della valvola EGR nel seguente modo:
-Attendere la chiusura valvola EGR (motore al minimo per 70 sec.).
-Portare il motore a 2000 giri motore il più possibile costanti a vuoto.
-Attendere 3 secondi.
-Leggere in continuo per 15 secondi il valore di apertura valvola EGR; memorizzare i valori minimo e massimo letti.
-Ritornare al minimo e riportarsi subito a 2000 giri motore, ripetendo la lettura precedente.
-Verificare di quanto varia tale valore. Per esempio: valore massimo letto 48%, minimo 46% è una variazione del 2%; massimo 45%, minimo 35% è una variazione del 10%. Non è importante il valore medio misurato, ma l’ampiezza dell’oscillazione.
-Se anche in una sola delle 2 prove l’oscillazione di comando valvola EGR è superiore al 5%, sostituire la valvola. Altrimenti l’isteresi della
valvola è da considerarsi regolare.
-Spegnere il motore e scollegare la diagnosi.

#SE5564